Box doccia

Consigli per pulire il box doccia

Un box doccia riesce a dare un tocco moderno a qualsiasi arredo bagno: la sua pulizia è fondamentale per un risultato estetico ottimale, ma soprattutto per evitare di rovinare il prodotto. Il nostro primo consiglio è veramente semplicissimo: ricordatevi di asciugare sempre il cristallo dopo l’uso. Questa banale abitudine ridurrà drasticamente il tempo dedicato alle pulizie, limitando al contempo la formazione del calcare e di piccole macchie opache. Per la pulizia potete usare detergenti acquistati oppure ingredienti naturali, per un approccio più eco-compatibile e ispirato ai “trucchetti” di una volta.

Pulire il box doccia con prodotti acquistati
Nel mercato esistono tantissimi prodotti dedicati alla pulizia della cabina doccia, soprattutto per quanto riguarda la lotta al calcare. Evitate sempre l’acquisto di detergenti aggressivi o abrasivi, nonché prodotti contenenti acetone, alcool, candeggina, silicone, solventi e/o acidi particolari. Non scegliete nemmeno prodotti granulosi o in pasta, in quanto rischiano di graffiare il box doccia. Per la pulizia utilizzate sempre un panno morbido e ricordatevi di sciacquare abbondantemente ogni residuo di detergente. Asciugate il tutto con grande perizia, per evitare che rimanga l’alone delle gocce sul cristallo.

Pulire il box doccia con prodotti naturali
Aceto e limone sono due anti-calcare naturali estremamente efficienti: igienizzano immediatamente ed eliminano i cattivi odori. La differenza? Il livello di calcare: l’aceto è più delicato, mentre il limone è indicato per le incrostazioni più difficili. Per utilizzarli create una soluzione formata per metà di acqua tiepida e per metà dell’ingrediente scelto, e utilizzate uno spruzzino per applicare sul box: eliminate quindi le macchie con un panno morbido e risciacquate abbondantemente.